Di come il Reiki ha cambiato la mia vita

Facebook mi ha ricordato che due anni fa prendevo il primo livello Reiki.

A parte che mi stanno scivolando gli anni davanti come se non li avessi neppure vissuti (ma questa è una riflessione da anziana), ho cercato di capire come il Reiki avesse cambiato, se l’avesse cambiata, la mia vita.

La risposta è stata sì. Sì il Reiki ha cambiato la mia vita.

Intanto riesco ad aiutare amici e parenti, là dove due anni fa mi sentivo impotente.

Se hanno un dolore, un fastidio, sono in grado di dare una mano. Certo, per i  miracoli ci stiamo attrezzando…ma il Reiki aiuta e tanto.

Mi chiamano quando hanno bisogno, se posso vado a far loro un trattamento, se non posso ne faccio uno a distanza, che è ugualmente efficace.

Poter aiutare chi ami nei momenti di difficoltà è veramente impagabile.

Anche i miei, di dolori, sono diminuiti parecchio.

Un esempio per tutti: io mi brucio continuamente, davvero. Non posso fare un uovo al tegamino senza provocarmi ustioni di secondo grado, sono bravissima ad afferrare una teglia rovente dal forno dimenticando il guanto, se metto un ciocco nel caminetto non posso fare a meno di appoggiare il palmo sugli alari. Di conseguenza sono sempre coperta di vesciche…o dovrei dire ero.

Infatti una delle cose su cui il Reiki è particolarmente efficace sono proprio le scottature (ed anche le piccole ferite, il Reiki ferma il sanguinamento), quando mi scotto mi do il Reiki direttamente sulla bruciatura, passa il dolore e la vescica semplicemente non compare.

Ma, al di là degli usi per così dire pratici del Reiki, è proprio la filosofia che ne sta alla base che mi ha invaso la vita. Le cinque regole del dottor Usui (immagine) nella loro semplicità (ma non banalità, infatti non sempre riesco a metterle in pratica), sono di una profondità disarmante e soltanto il provare a farne la base della mia esistenza mi arricchisce infinitamente.

Non posso che dire grazie all’Universo per avermi messo sulla strada questa tecnica meravigliosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *