Quando il Chakra della Gola ha svalvolato

Qualche tempo fa il mio quinto Chakra, quello della gola, ha dato forfait. Il dolore alla cervicale era ai massimi storici, le tonsille infiammate, la mia capacità di pensare nuovi progetti si era nascosta nel sottoscala di casa mia, con la complicità criminale del sesto chakra, e mi faceva i dispetti, presentandosi mentre dormivo e fornendomi solo idee bislacche (così, fra l’altro, non dormivo più). C’era un non-detto che si era depositato, incancrenito e aveva sbarellato l’equilibrio di Vishudda (il quinto chakra, appunto). Purtroppo era un non-detto che non si poteva più dire, causa decesso dell’interessato. Che fare? Una volta individuato…

Leggi di più

Ho’oponopono

Questo week end l’ho passato seduta su un cuscino da meditazione…scomodo (la schiena mi urla) ma bellissimo! Sono stata ad un seminario sul Ho’oponopono, una visione di vita che viene dalle Hawaii e la cui base è “Tutto è uno-tutto è Amore”. Abbiamo meditato con il mantra “Scusa, grazie, ti amo”, abbiamo cantato canti e preghiere hawaiane, di più… abbiamo messo in gioco noi stessi. Ho conosciuto persone splendide, ma soprattutto ho conosciuto una visione illuminante e profonda, nella sua semplicità, della vita. Se volete saperne di più e conoscere una donna professionalmente ed umanamente fantastica andate su questo sito, il…

Leggi di più

Un esercizio di radicamento

Gli esercizi di radicamento sono importanti per equilibrare il primo Chakra. Sono fondamentali nelle sessioni di Bioenergetica. Ma servono anche “solo” per ritrovarsi, in momenti in cui diventa difficile farlo… Eccone uno di base, molto semplice, che puoi fare quando ti senti perso ed hai bisogno di sostegno e sicurezza. In piedi, i piedi ben poggiati, gli alluci leggermente rivolti l’uno verso l’altro, le ginocchia leggermente flesse, le braccia lungo i fianchi, la schiena dritta, le spalle morbide. Chiudo gli occhi e faccio tre respiri profondi. Immagino di avere un palloncino nella pancia che si gonfia ad ogni mio inspiro…

Leggi di più

Meditazione per Manipura Chakra

Manipura è il terzo dei Raja Chakra, i Chakra principali. Questi sono sette e si trovano lungo la colonna vertebrale. Manipura si trova all’altaezza del plesso solare, circa quattro dita sopra l’ombelico. A livello fisico si occupa di tutti gli organi che corrispondono alla sua zona: parte bassa dei polmoni, fegato stomaco ecc… A livello emozionale e psichico il terzo chakra si occupa di gestire l’autostima, ma anche la capacità di agire e di scegliere. Inoltre Manipura Chakra è deputato a gestire al meglio un po’ tutte le energie. E’ come una sorta di coordinatore. Va da sè che avere…

Leggi di più

Il sistema dei Chakra e la piramide dei bisogni di Maslow

La filosofia alla base del sistema dei Chakra è vecchia di circa quattromila anni. Le prime tracce si trovano nei Veda, un’antichissima raccolta in sanscrito di testi sacri dei popoli Arii che, intorno al 2000 a.C., invasero l’India settentrionale.   Secondo questo sistema, le energie che noi utilizziamo per vivere vengono attinte dall’energia universale , il Prana. Con Prana si intende la somma delle energie che sono contenute nell’universo e ne permettono l’esistenza.Anche il magnetismo, la gravità, l’elettricità non sono che manifestazioni del Prana. Una volta assorbite, le energie vengono organizzate e gestite da sette vortici, i Chakra, appunto, situati lungo la nostra colonna vertebrale all’altezza…

Leggi di più

I Chakra

4 modi per riequilibrare i tuoi chakra

Lo studio dei Chakra è stato forse il mio primo amore nel campo dell’olismo, è stato il primo argomento dei primi corsi che ho tenuto. La conoscenza dei Chakra ci aiuta nelle meditazioni, ci aiuta nella pratica del Reiki, ci aiuta a comprendere meglio noi stessi. L’argomento è lungo, complesso ed affascinante, senz’altro non esauribile in un solo post. Dunque qui di seguito troverete una schematizzazione, adatta ad orientarsi ed a farsi una prima idea di come funziona il sistema dei Chakra, la integrerò con approfondimenti in post successivi. Buona lettura! Primo Chakra (Muladhara Chakra): Muladhara significa radice, questo Chakra…

Leggi di più

Il bisogno, la piramide di Maslow

Uno dei “compiti” che mi piace dare ai miei clienti è “Da domani, ogni mattina, appena sveglio, chiediti di cosa hai bisogno, e poi fallo”. La loro reazione è di solito piuttosto perplessa, e questo per diversi motivi. Intanto pensano di non meritarsi un tale lusso, soprattutto le donne (rispondere ad un loro bisogno sembra togliere qualcosa ai membri della loro famiglia e soprattutto ai figli). Hanno poi spesso la convinzione che per migliorare la propria vita occorra operare un vera e propria rivoluzione. Identificano la parola “bisogno” con un qualcosa di enorme e pericoloso (io di solito li rassicuro…

Leggi di più

La mia prima meditazione, un inizio difficile

13 (semplicissimi) passi per iniziare a meditare

Sui vantaggi della meditazione, sui suoi benefici è già stato scritto molto. Sappiamo che la meditazione abbassa i livelli di stress, che aiuta la concentrazione e che ci permette di vedere le nostre sofferenze ed i nostri problemi da un punto di vita differente. E’ anche vero che spesso ci risulta difficile iniziare, ci sembra difficile, ci sembra impossibile! In effetti non è stato facile neanche per me, che ormai ne ho fatto una passione, prima ancora che una professione. Per questo oggi voglio parlarti della mia prima esperienza con la meditazione. Mi sono avvicinata a questa pratica ad un corso…

Leggi di più

La Mala, come utilizzarla

La Mala è un rosario, utilizzato nel buddismo e nell’induismo, composto da centootto grani, più uno (di solito leggermente più grande, o di forma o materiale diverso dagli altri) al quale è attaccato un pennacchio. Perché proprio 108 grani? Ci sono diverse teorie sul perché siano stati scelti proprio 108 grani. La più probabile è che il numero vada interpretato nei suoi tre componenti: 1: La Verità 0: Il Samadhi, ovvero il fine ultimo della meditazione, lo stato di coscienza che si ottiene attraverso l’unione totale con l’oggetto della meditazione 8: L’Eterno C’è anche da dire che l’alfabeto sanscrito ha…

Leggi di più