Meditazione facile facile

Quando si attraversano momenti difficili la meditazione può aiutare sul serio.

E’ anche vero che quando si sta male è molto difficile restare nello stato d’animo che è necessario per meditare.

Il cervello se ne va bellamente in giro fregandosene dei nostri sforzi di concentrazione, correndo dietro alla preoccupazione che ci attanaglia, al dolore che ci sfianca.

Potrei quasi affermare che nel momento più alto di dolore o ansia sia impossibile meditare, almeno lo è per me.

C’è da dire che si è abituati a meditare ogni giorno, affrontare il momento critico diventa più semplice. La mente è abituata ad acquietarsi e diventa più facile fermarsi a respirare, affrontare l’emergenza senza apnee e crisi di panico.

Dunque anche qui, come in tantissime situazioni della nostra vita, la costanza è fondamentale.

Se hai poco tempo da dedicare alla meditazione (ma ti consiglio di ritagliartelo comunque) o se sei agli inizi della tua pratica, ecco una meditazione facile facile da fare al mattino che ti permetterà in pochi minuti di mettere a tacere i pensieri disturbanti e di affrontare al meglio la giornata.

  • mi siedo comodo, in terra a gambe incrociate o su una sedia con i piedi ben poggiati a terra
  • controllo la mia posizione: la schiena è dritta ma non in tensione, il mento leggermente abbassato per permettere alle cervicali di distendersi, le spalle sono rilassate, le mani poggiate morbidamente sulle ginocchia o sulle cosce
  • faccio una scansione del mio corpo dai piedi fino alla testa, controllando che tutti i miei muscoli siano rilassati (i miei piedi sono rilassati, i miei polpacci sono rilassati, le mie cosce sono rilassate e così via)
  • inizio ora ad osservare il mio respiro, senza modificarlo. Com’è? Alto, basso? Veloce, lento? Faccio sette respiri, soltanto osservando
  • immagino ora un palloncino dentro alla mia pancia. gli do il colore che voglio, la forma che voglio, le decorazioni che voglio. Cerco di visualizzarlo al meglio, con il tempo diventerà il “mio” palloncino e sarà via via più semplice e veloce per me visualizzarlo
  • inspiro ed immagino che il palloncino si gonfi nella mia pancia, espiro ed il palloncino si sgonfia. La pancia segue dunque il gonfiarsi e sgonfiarsi del palloncino, alzandosi ed abbassandosi con l’inspirazione e l’espirazione
  • continuo a respirare profondamente immaginando il palloncino per qualche minuto
  • inizio ora lentamente a muovere di nuovo il mio corpo, partendo dai piedi fino alla testa (ruoto le caviglie, apro e chiudo le mani, muovo spalle e collo ecc…)
  • apro lentamente gli occhi e torno alla mia vita

Praticando questo semplice esercizio ogni giorno la nostra mente lo “riconoscerà” anche nei momenti di crisi, durante i quali ci basterà chiudere gli occhi e fare qualche respiro profondo visualizzando il palloncino.

Per i miracoli ci stiamo attrezzando, ma giuro che funziona!

Se lo proverai, e se ti va, fammi sapere come è andata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *